OPZIONI E FUTURE 24 GENNAIO

Scritto il alle 7:49 da Bruno Nappini

Pessime chiusure di settimana su tutti i principali mercati azionari complici le azioni di ricopertura con short future effettuate dagli operatori che, in questa fase di mercato, si sono ritrovati vega e gamma negativi e delta positivi e che hanno provocato questi veloci squeeze di prezzo.

Dai grafici si vede chiaramente, soprattutto su S&P500,  come i prezzi abbiano rapidamente rotto al ribasso i livelli con maggiori opzioni put e come, su questi livelli, siano aumentati i contratti future a mercato in chiara funzione di ricopertura.

E’ chiaro che con un mercato così impostato e fino a che non verranno alleggeriti i future a copertura è facile attendersi forti spike di volatilità ed ampie oscillazioni di prezzo.

Anche il Vix, che rappresenta la volatilità della volatilità, ha fatto una discreta impennata arrivando a superare area 29 che rappresenta il 95% percentile di Rng. Tutto questo ha provocato aumenti sia di volatilità storica che di volatilità implicita, rispettivamente al 125% ed al 149%.

Andiamo comunque ad osservare come si sono mossi gli operatori nella difficile giornata di venerdì.

Sul Ftsemib notevole ingresso di put a strike 27000 che è attualmente Itm insieme ad un importante aumento della componente future necessaria a mantenere il gamma ed il delta di portafoglio in zona di comfort.

Stessa identica movimentazione anche sul Dax dove gli operatori hanno messo in campo put a strike 15000 insieme ad un considerevole aumento di future.

Anche su Eurostoxx50 aumenta la componente future insieme a numerose call da strike 4400 a strike 4200. Chiusura di put a strike 4325 e nuovi ingressi a partire da 4000.

Infine su S&P500 si registra un netto aumento della componente future, chiusura di put a strike 4600 e nuove aperture a strike 4200. Zone di ricopertura in formazione a 4400 e 4450. Nuove call a partire da strike 4550.

Nessun commento Commenta

L'immagine qui sopra risale all'anno 2017, la copertina di un lavoro commissionato da una import
Mercati sempre ricchi di sorprese con prezzi che aprono sopra ai massimi relativi e che poi ripiegan
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Guest post: Trading Room #446. Il minimo di settimana è pari al minimo di marzo. Un possibile sup
Quante volte sui blog e sui vari siti di finanza si parla del cigno nero, uno scenario apocalitt
Giornata di ieri assolutamente piatta e priva di qualsiasi spunto operativo, sia a livello di prezzi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Il quadro del CFTC di Chicago ci riporta uno scenario dove le mani forti, continuano a provare a
Ftse Mib. Il trend rimane fortemente ribassista con il mercato orso che sta progredendo la sua avan
Mentre in America si festeggia l'Indipendenza e in Francia ( tra una decina di giorni) è festa