Bund analisi e spunti per l’operatività .

Scritto il alle 15:26 da Roberto Semprini

Vorrei riagganciarmi all’analisi del 6/2/2015 nella quale evidenziavo i vantaggi di essere thetapositivi in questo frangente. Come si puo’ vedere il bund ha toccato per ben 2 volte la parte bassa della congestione ( che serviva anche come pull back del movimento impulsivo di rottura dei 158 : questi movimenti sono all’ordine del giorno ed è importante capirli per impostare qualsiasi tipo di operatività sia di trading sia di posizione con future e con opzioni) . Sinceramente dire che questa congestione fosse facilmente prevedibile sarebbe una falsità pero’ sicuramente provare a seguire i movimenti dei “grossi operatori” guardando gli OI e come si muovevano questo si poteva fare e un accenno già lo avevo dato in data 6/2/2015.
Ora , visto quello che è successo il mese scorso in occasione del settlement ( dove il future si è fatto circa 2 figure di ribasso e 2 di rialzo gli ultimi due giorni di settlement facendo impazzire chi si copriva col future e chi faceva trading stoppando sia rialzisti che shortisti ), molti operatori ( tra cui mi metto anche io ), hanno preferito chiudere le posizioni aperte in opzioni ( quelle vendute ) approfittando dapprima del pull back  per chiudere le call  e poi del rimbalzo per chiudere le eventuali put aperte. Perchè potevamo avere put vendute sullo strike 157.50 ? Perchè il supporto in area 157.85 ha mantenuto sempre inalterata le tendenza rialzista quindi si potevano tranquillamente aprire put vendute e stopparle in occasione di una eventuale sua rottura . In prossimità del settlement è buona norma chiudere le “gambe” vendute poichè oramai hanno espresso quasi tutto il valore che potevano dare e non ha senso rischiare di portarle a scadenza per qualche decina di euro in piu’.
Perchè queste considerazioni potevano avere una valenza ? Perchè escludendo situazioni estreme  ipotizzate e circolate nelle sale operative a causa della possibile uscita dall’euro della Grecia ,con una conseguente ,ma improbabile ,( non impossibile perchè sui mercati non c’è nulla di impossibile ) ridenominazione dei titoli tedeschi, il bund a questi rendimenti non è che abbia molta strada da percorrere malgrado il QE annunciato dalla BCE. Quindi  , PER L’IMMEDIATO ,un laterale è l’ipotesi per ora piu’ plausibile perchè a salire fatica per i motivi precedentemente espressi , scendere idem poichè le banche centrali sono costrette a comprare a causa del QE.

oggi

oi oggioi 1bund poc

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L’indice è finalmente riuscito a superare una resistenza molto importante. Si tratta d
Su tutti i sottostanti, appena rotti i livelli di resistenza di questa lunga congestione dove erano
Visto che molto spesso abbiamo parlato della finanza passiva, e visto che ormai il suo peso spec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si lo so, l'euro è stato dato per morto da tempo, nonostante questo e sulle macerie della class
Sull'equity, nonostante le impostazioni grafiche con minimi e massini crescenti, non si assiste di p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
CDS (Credit Default Swap) settore auto a confronto e...non solo Secondo me con il default di Hert
Guest post: Trading Room #365. Il quadro tecnico che finalmente evolve e ci regala un livello graf