OPZIONI E FUTURE 26 OTTOBRE

Scritto il alle 8:19 da Bruno Nappini

Opzioni e Future 26 Ottobre.

Lunedì di rialzo per gli indici azionari , con l’S&P 500 ha raggiunto nuovi massimi storici. La forza dei titoli tecnologici è stata di supporto per il mercato complessivo lunedì, guidata da un aumento del +12% di Tesla a un nuovo record. Inoltre, i titoli energetici e i fornitori di servizi energetici sono aumentati lunedì dopo che il petrolio greggio WTI ha fatto un nuovo massimo.

Di contro gli indici europei, Italia a parte, non hanno beneficiato di tutta la forza relativa dell’America ed hanno toccato massimi relativi ma con movimenti sostanzialmente molto più limitati.

Anche le movimentazioni monetarie rimandano un quadro poco chiaro dove, a fronte di prezzi che salgono, per Dax e Stoxx non si verificano i normali riposizionamenti da ricopertura, ma anzi, avvengono sostanziali alleggerimenti.

Sul Ftsemib al superamento di strike 26500 aumentano i future necessari a ricoprire questa area di prezzo dove le call iniziano ad essere numerose. Sul comparto opzioni si assiste a pochi scambi e tutti concentrati a ridosso del prezzo con poche nuove put a sostegno e nuove call su strike 27250.

Sul Dax, al contrario, la componente future diminuisce e vengono aperte nuove put a strike otm 15000 e 15200 e continuano gli ingressi di put itm a strike 15900. Sul lato call nuovi ingressi a strike 15600 e chiusure di posizioni da strike 15200 a strike 16000.

Su Eurostoxx50 i future subiscono una ulteriore flessione confermando il disinteresse degli operatori ed insieme ai future vengono chiuse importanti quantità di put a strike 400 e 3800. Di contro aumentano le call a strike 4275 ed a strike 4200 è evidente una importante area di ricopertura.

Infine S&P500 che in coerenza con la rottura netta di strike 4500 e 4550 vede aumentare in modo consistente la componente future necessaria alla ricopertura e contemporaneamente aumentano put a strike 4550, 4500 ed inferiori. Netto aumento di call a strike 4600.

Nessun commento Commenta

Dicembre non sarà certo ricordato per il suo inizio mese, molto meno tonico di quanto si poteva p
Ftse Mib. Dal massimo quasi in area 28.000 punti del 16 novembre l’indice italiano ha invertito l
La correzione non è finita, la prossima settimana avremo la risposta finale, ma nel frattempo n
Sono ormai cinque giorni che le volatilità storiche hanno superato per ampiezza le relative volatil
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Secondo Massimo Ricci, direttore della divisione energia di Arera, l'aumento dei prezzi dell'ene
La verità è figlia del tempo e tempo ne rimane ancora poco per questa esperienza, durante ques
Già in passato ho cercato di approfondire l’argomento “curva dei tassi” proprio perché l
Giornata di giovedì veramente incredibile con i prezzi di tutti gli indici azionari che, dopo aver
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u