ANALISI DAX SETTEMBRE

Scritto il alle 12:00 da Bruno N

Il 20 Settembre, giorno delle Tre Streghe, scadranno anche le opzioni Dax ed il rispettivo Future. Andiamo a vedere come si sono posizionati gli operatori di questo importante strumento derivato.
Osservando nel suo totale la chain delle opzioni è facile definire le aree supportive, resistenziali e di indifferenza.
Sul lato put gli strike più rilevanti li troviamo prima a 11000 e successivamente a 11400 fino ad 11600, dopodichè si entra nell’area di indifferenza contraddistinta da call e put piazzate sullo stesso strike ed il cui crossover si trova a 12000, come confermato anche dalla funzione di ripartizione. Oltre troviamo importanti e notevoli quantità di call dapprima a strike 12450 e successivamente a 13000. Il put/call ratio non è particolarmente indicativo essendo nella perfetta parità pari ad 1,01.
La funzione di ripartizione con i prezzi indice attualizzati a 12150 ci confermano che ci troviamo ai margini superiori dell’area di indifferenza. Da qua ci sono alte possibilità che possa partire un trend che verrà come sempre supportato da aumento di volumi ed open interest del future alla rottura dei livelli di prezzo. Altrimenti i prezzi rientreranno all’interno del range che il mercato ha disegnato sulla chain delle opzioni.

Per avere però una visione più nitida di quello che stanno prezzando gli operatori è necessario visualizzare le movimentazioni delle ultime settimane poichè, essendo particolarmente sensibili al gamma, necessitano di rapide e veloci ricoperture.
Dal 23 agosto, con prezzi a 11600, a fronte di una stabilità numerica delle quantità di future a mercato, gli operatori hanno iniziato a chiudere call a partire da strike 11900, 12000 e 12100 e ad aprire discrete quantità di put a partire da strike 11900 fino a strike 11700. Di contro le call chiuse sono state probabilmente rollate a strike superiori, da 12150 fino a 12450, come si vede dal grafico.
A questo punto sarà soltanto un aumento di open interest del future ad indicare la probabile partenza di un trend che, visto con gli occhi degli opzionisti, ha un target perlomeno a strike 12700 dove si trovano il 70% di call a mercato.

Una strategia che permette di tradare queste aree di indecisione potrebbe essere un semplice ladder di call a debito ed a scadenza 60/90 gg, dove si acquista l’opzione atm e si vendono due opzioni otm, la prima venduta per creare lo spread e la seconda venduta più lontana, per finanziare parzialmente lo spread.
Si ha infatti una figura con un gamma ed un at now morbido e che, in caso di ribasso ha già una perdita ben definita a scadenza ed invece, in caso di rialzo, permetterà, grazie al gammma morbido, di gestire con tranquillità la partenza di un trend.

Vediamo quali scenari probabilistici ci regala la statistica del metodo Montecarlo per queste ultime settimane di vita di questo contratto.
A fronte di una volatilità implicita del VDax pari a 15,10 il mercato stima il 68% di probabilità che il prezzo rimanga tra 11683 e 12601, ed il 14.3% di probabilità che esca al ribasso ed il 17,6% che esca al rialzo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
ANALISI DAX SETTEMBRE, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Ieri un nostro compagno di viaggio mi ha chiesto per quale motivo sono molto scettico sulla vali
  Per meglio comprendere cosa sta accadendo nel breve periodo, meglio affidarsi al CESI ch
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La grande bolla da asset, o bolla della liquidità, ormai ci accompagna da tempo. E sembra insca
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, l'indice italiano il 4 novembre ha confermato in gap up la
Si è tenuta a Roma il 5 novembre 2019 alla presenza della ministra del Lavoro Nunzia Catalfo e del
ORE 7.40 Ancora segnali di forza su tutti gli indici azionari ma, come vedremo, su alcuni di essi
Tutti sono concentrati sul rally di borsa e sui nuovi massimi che i mercati stanno registrando.
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Non c'è più sordo di chi non vuol sentire. Nonostante le ore dedicate a scrivere articoli e co