Analisi Tecnica SP500

Scritto il alle 8:12 da Roberto Semprini

Siamo arrivati finalmente alla prima vera resistenza sull’indice guida. Da li era partito il ribasso che aveva portato a ritoccare i minimi di agosto. Il ribasso è scaturito dal comunicato della Fed che affermava che avrebbe potuto alzare i tassi 3 o 4 volte nel corso del 2016 : il sostegno delle banche centrali è stato palese in questi anni di QE ; ora che è terminato il QE negli USA successivi rialzi di tassi significano drenare ulteriormente liquidità dal mercato e questa cosa non piace ai mercati che lo hanno dimostrato. Ora la Fed ( sempre molto accondiscendente ) ha abbassato il tiro  nell’ultima riunione affermando che non ci saranno rialzi nell’immediato e che “valuteranno” la situazione volta per volta in base ai dati macro in loro possesso. Questa piccola prefazione  per spiegare meglio la mia idea sull’indice. Graficamente siamo sulla resistenza, come già affermato, e anche in una congestione ( evidenziata in blu ) di circa 50 punti . La parte bassa della congestione è stata raggiunta conseguendo solo il 23.6 di fibonacci , il primo ritracciamento della scala che denota molta forza nel trend. Ora sappiamo bene che la fuoriuscita da questo range porterebbe ad un movimento di circa 50 punti ( l’ampiezza stessa del range) quindi al rialzo un ritorno sui massimi e al ribasso ( con la rottura dei 2022 ) la chiusura di un lap lasciato aperto a circa 1980 punti ( 38.2 di fibo ) . Si puo’ notare sul grafico anche una divergenza sull’indice di forza relativa . Questo indicatore da solo ( che in tanti utilizzano impropriamente come anticipatore )  non ci dice nulla perchè il prezzo potrebbe scendere e continuare a perdere forza cosi’ come salire portando nuovamente l’rsi nella zona alta di ipercomprato dopo averlo scaricato, quindi 50% di probabilità senza avere alcun merito. E’ solo un indizio associato ai bassi volumi degli ultimi giorni e alla posione degli OI sulle prossime scadenze maggio e giugno troppo vicini come strike ai prezzi attuali. In base alle considerazioni iniziali  ritengo che al momento non ci siano grossi indizi per un ulteriore rialzo duraturo e forza costante del mercato ( visti anche gli utili che stanno uscendo in questi giorni negli USA le cui stime sono riviste tutte al ribasso non solo in termini di utile ma anche di fatturato ) ma neppure per uno storno violento ( a meno di fattori esogeni ) ma attriburerei semplicemente piu’ probabilità ad un movimento di correzione piuttosto che prosecuzione del rialzo. Domani sarà scadenza tecnica e abbiamo visto come, statisticamente, in prossimità di queste date il mercato tende a spingere al rialzo i prezzi facendo settlement sui massimi ( per motivi tecnici di cui abbiamo già parlato in altre occasioni ) pero’ ritengo che abbia già “dato” in quanto la leg posizionata sullo strike 2100 è molto corposa e difficile da interessare.

 

sp500

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Analisi Tecnica SP500, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Stoxx Giornaliero Buongiorno, finalmente lo Stoxx riesce a superare il massimo del 13/12 a 31
DJI Giornaliero Buona domenica a tutti, riprendiamo il discorso anche sullo storico indice in
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Raggiunto il target rialzista di breve, addirittura si tenta un allungo. La FED ha fatto la differ
Trading online, analisi tecnica e cinema sono gli ingredienti principali del nuovo roadshow di B
Nel post precedente vi parlavo del paradosso del mercato e di come sia “scollata” la realtà
Il quadro tecnico di breve periodo si conferma positivo nella seduta di oggi dove il Ftse Mib si por
Prima di iniziare, ieri sull'Economist è uscito un pezzo da manuale sul debito pubblico, una ve
L’App Postepay si arricchisce di nuove funzioni con l'intento di andare ulteriormente incontro all
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec